Print Friendly, PDF & Email

QUESITI INCARICATI ALLE VENDITE

Di seguito sono riportate le prime 15 Domande che più frequentemente sono richieste a questo Studio dai navigatori che si collegano al nostro Sito. Se non hai trovato la risposta al tuo quesito puoi inoltrare un nuovo quesito a mezzo della pagina autorizzata a mezzo link in fondo alla presente pagina. Ti sarà inviata la risposta personalizzata alla tua mail.

1) Perchè gli incaricati alle vendite non devono dichiarare le provvigioni percepite?
Gli Incaricati alle Vendite, di cui alla Legge 173/2005 non devono dichiarare le provvigioni percepite nella propria dichiarazione dei redditi in quanto sono assoggettate a una ritenuta alla fonte definitiva del 23% sul 78% come riportato nel D.P.R.600/73 Art.25 Bis 6'Comma e  R.M.180/E del 12.07.95.

2) Quali costi possono detrarre gli incaricati alle vendite a domicilio ?
Nessuno. Non è tecnicamente possibile detrarre nessun tipo di costo in quanto i ricavi percepiti sono esclusi dalla dichiarazione dei redditi e pertanto non è possibile detrarre nessun tipo di costo.

3) Gli incaricati sono soggetti agli studi di settore ?
No. Sono esclusi da tale obbligo come contemplato dalle istruzioni Ministeriali.

4) Gli incaricati cosa possono detrarre ai fini IVA ?
Generalmente non è consentito nessuna detrazione. Gli incaricati possono detrarre solo l'IVA relativa alle spese del commercialista. Si sconsigliano ulteriori detrazioni onde evitare una ripresa fiscale ai fini delle imposte dirette per contestazione dell'inquadramento di semplice IVD.

5) Gli incaricati possono detrarre il costo dell'autovettura e relativa IVA ?
No. Non è tecnicamente e fiscalmente detraibile il costo per l'autovettura né ai fini Irpef, né ai fini IVA.

6) C'è l'obbligo d'iscrizione alla CCIAA per gli incaricati ?
No. Gli Incaricati alle Vendite sono esclusi dall'iscrizione alla CCIAA come da contenuto della Circolare dell'Industria n. 3407 del 09.01.1997.

7) Gli incaricati devono versare i contributi Inps gestione commercianti?
No. Sono esclusi dall'iscrizione della gestione Commercianti Inps. Sono obbligati a versare i contributi Inps di cui Legge 335 nella misura di 1/3 a carico dell'incaricato e 2/3 a carico della società committente. I versamenti sono eseguiti direttamente dalla società committente. L'incaricato ha solo l'adempimento dell'iscrizione alla gestione Inps. I contributi Inps di cui alla Legge 335/95 devono essere versati sulle provvigioni di ammontare annuo superiore a € 6.410 . Fino alla soglia netta di € 6.410 sussiste l'esclusione totale dall'assoggettamento al contributo Inps.

8) Gli Incaricati alle Vendite devono fare la dichiarazione e versare l'IRAP ?
No. Sono esclusi dal versamento e dichiarazione Irap come contemplato dalle istruzioni Ministeriali.

9) Qual'è il corretto codice da utilizzare per l'iscrizione all'Ufficio IVA ?
Il codice da utilizzare per una corretta iscrizione ai fini IVA è il 46.19.02 con descrizione: Incaricato alle Vendite a Domicilio (Legge 173/2005).

10) Quando subentra l'obbligo di iscrizione al relativo Ufficio IVA?
in riferimento al contenuto della R.M.18/E del 27.01.2006 gli incaricati alle vendite sono obbligati all'iscrizione Iva al superamento di € 5.000 di provvigioni nette (Rif.78% delle provvigioni di 6.410 lorde).

11) Concorrendo nella vendita a domicilio più soggetti alla conclusione delle vendite (venditrice, capogruppo, capozona, capoarea) le provvigioni sulle vendite effettuate viene ripartito tra i soggetti stessi secondo il piano marketing aziendale. La ritenuta a titolo d'imposta definitiva e' applicabile a tutti i soggetti intervenuti ?
Le modalità di determinazione della provvigione agli incaricati alle vendite a domicilio, di cui alla Legge 173/2005, non hanno alcuna rilevanza ai fini dell'applicabilità o meno della ritenuta a titolo d'imposta definitiva. Pertanto la ritenuta sara' del 23% sul 78% delle provvigioni per tutti i soggetti intervenuti alla vendita. E' importante che siano rispettati i requisiti di cui al D.Lgs.114/98 e Legge 173/2005 e che non ci sia un rapporto di agenzia stipulato tra il venditore a domicilio e la ditta mandante.

12) Gli incaricati devono obbligatoriamente avere il Tesserino con la fotografia ?
Si. E' un'adempimento a carico della società che deve inviare la denuncia alla pubblica sicurezza e rilasciare il tesserino con la fotografia. La Legge 173/2005 impone agli incaricati di esporre il tesserino ben visibile durante le proprie dimostrazioni.

13) Le societa' committenti devono rilasciare annualmente le certificazioni per l'attestazione delle ritenute pagate per conto dei propri incaricati ?
Si, le certificazioni CU delle provvigioni liquidate e delle ritenute versate devono essere inviate entro il  31 Marzo di ogni anno. In tale certificazione si consiglia di inserire anche i dati relativi ai versamenti INPS in quanto la quota di 1/3 è onere deducibile per gli incaricati da inserire nel quadro RP del Mod.Unico.

14) Se un venditore porta a porta, oltre alle provvigioni, ha anche altri redditi da dichiarare cosa deve fare ?
I venditori porta a porta che hanno altri redditi da dichiarare devono obbligatoriamente presentare il modello Unico per dichiarare gli altri redditi . Si precisa che in ogni caso le provvigioni percepite non fanno mai cumulo con gli altri redditi e pertanto non devono essere dichiarate nella dichiarazione dei redditi.

15) Chi si è iscritto all'IVA durante l'anno deve pagare l'acconto a Dicembre ?
No. E' esonerato dal versamento dell'acconto. Dovrà versarlo l'anno successivo se dovuto.

 

Se non hai trovato la risposta ai tuoi quesiti
puoi formulare un nuovo quesito.
Riceverai la risposta personalizzata alla tua
E-Mail entro 48 ore dalla data di pagamento.
Hai diritto all'invio di 1 quesito.

Clicca di seguito per formulare il quesito:

INVIA IL TUO QUESITO